Hotel Luna Convento

Albergo Storico ad Amalfi

Hotel Luna Convento
Albergo Storico con Chiostro del 1200

ENITPRENOTA ONLINE

Il convento di S. Maria degli Angeli, poi di S. Francesco, fondato, secondo la tradizione, nel 1220 dal santo di Assisi, divenuto poi Auberge de la Lune o Albergo Luna, possedeva giardini e terrazzamenti coltivati nelle sue vicinanze.

Innanzitutto nell'orto che fiancheggia tuttora la struttura conventuale fu impiantato un noce, caratteristica pianta dei francescani.

I vicini terrazzamenti risalgono al Medioevo e sono costituiti da macerine, realizzate mediante muri a secco, in parte restaurati con l'applicazione di muratura in età borbonica. Nei documenti medievali vengono indicati come horti, ciascuno costituito da più terrazze coltivate (petie); queste venivano impiantate addirittura in angusti e stretti spazi abbarbicati alla roccia in pendìo del Monte Aureo: in tal caso erano definiti viterine.

Questi orti erano attrezzati mediante vigneti collegati direttamente, secondo una tradizione medievale largamente diffusa nel Meridione, agli uliveti. Gradualmente, a partire dal XIX secolo, i vigneti sono stati sostituiti da limoneti, di certo più redditizi. Le vigne di quel luogo consistevano in piante per la produzione del vino e in altre per la frutta (uva da tavola).

Non mancavano alberi di albicocche (gresommole), nonché fichi, pruni e noccioli.

La parte bassa degli orti era riservata all'insalata (folea), alle cipolle, alle zucche (cocorbete).

Tutto ciò è attestato da fonti notarili relative ad un intervallo di tempo che va dal XIII al XIX secolo.

Prof. Giuseppe Gargano

visita anche il sito web della nostra villa

Eremo San Francesco

visita anche il sito web del nostro ristorante

Torre Saracena

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta